A Roma, nella sede di Fendi (Palazzo della Civiltà Italiana), si è aperta al pubblico il 9 luglio e terminerà il 6 novembre*  la mostra “The Artisans of Dreams”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Era il 1926 quando nel centro di Roma apriva il laboratorio di pelli e pellicceria Fendi, da allora sono trascorsi 90 anni e per celebrare questa importante ricorrenza la maison ha realizzato una mostra che ripercorre la storia di una delle case di moda italiane più rinomate al mondo e noi non ci siamo fatte sfuggire l’occasione di visitarla!

Si parte con la visione del video “Hands make beauty”, comodamente adagiate su una panca impellicciata che ci racconta la storia del marchio partendo dagli albori. Entriamo poi nel Labyrinth, una sala in cui il percorso è delimitato dalle Fur Tablets (tavolette in pelliccia) e arriviamo così nella sala Obsession: dall’alto scendono 300 furry monsters la cui visione viene moltiplicata dagli specchi installati.

A questo punto abbiamo accesso in un’area in cui troviamo un artigiano che ci spiega e ci mostra le tecniche per realizzare  una pelliccia. Sulle pareti di questa stanza, attaccati a dei pannelli, possiamo ammirare disegni di diverse collezioni realizzati da Karl Lagerfeld, mentre il pavimento è ispirato alla grafica della pelliccia “Astuccio”. 

Nella zona Experience tocchiamo con mano le pellicce e dopo questa soffice esperienza entriamo nella sala Essentials dove sono esposte quelle creazioni che sono diventati simboli iconici di Fendi tra cui le borse Baguette e le cappe di Silvana Mangano.

A chiudere l’affascinante racconto della storia della maison viene proiettata su maxi schermi la spettacolare sfilata “Haute Fourrure” A/I 2016-17 intitolata Legends and Fairy Tales, realizzata da Fendi lo scorso 7 luglio davanti alla Fontana di Trevi e dove le modelle sfilando magicamente sull’acqua (grazie all’ausilio di una passerella di plexiglass trasparente) ci trasportano all’interno di un mondo incantato.

 

*prorogata fino all’11 dicembre 2016